Insomma, come dicevo ieri a Mescal, sono in crisi creativa. Nera, nerissima crisi creativa. Se penso che la prossima sessione è domenica e non ho ancora preparato niente, il panico mi assale. Non ho rinnegato il mio credo (cioè che troppa preparazione fa male al gioco), ma le idee latitano come non mai.

E allora temporeggio. Procrastino. Rinvio. Cincischio. Mi illudo di poter aggirare il blocco del Master pubblicando sciocchezze fino a che non mi scatta di nuovo la scintilla. E qui veniamo alla cosa che sottopongo ai membri della Gilda (gli altri amici lettori dovranno rassegnarsi, questo post non ha nulla di interessante per loro).

Si tratta di alcuni schizzi per aiutare i giocatori a visualizzare i PNG. Li avevo iniziati quando il gruppo si trovava a Torre Imperiale (Engrost) e li ho finiti stasera perché di illustrazioni serie non me ne escono. Insomma, mi sono ridotto a fare lo stilista fantasy.

E vabbè.

engrost_vestiti

Legenda:

1. Libero. Si noti l’influenza Firrica nelle brache di lana a quadretti e nella caratteristica legatura alla caviglia. Capelli incolti in aperta polemica con il capello rasato filo-imperiale degli abitanti di Castrovetero.

2. Nobile. Quest’anno va di moda il viola, senza cappello e con i capelli sciolti. Il tutto impreziosito da bordure dorate con motivi a nodi di chiara ispirazione Firrica.

3. Guardia personale del Barone. Lorica plumata coperta dalla caratteristica veste blu su cui è ricamato l’Orso. Si notino i tradizionali stivali scamosciati con risvolto di pelliccia di recuperatore. Stesso materiale scamosciato per i guanti e il fodero del gladio.

4. Sacerdote unitarista. Il simbolo sacro è di ferro, come prescrive la Chiesa, che vieta ogni uso di metalli preziosi. La tonsura, altrove abbandonata, denota un rigido conformarsi al Vecchio Canone.

5. Membro della milizia cittadina. Il cappuccio è opzionale. La tunica a maniche blu con bordi da cacciatore è una tradizione della milizia. La protezione è costituita da una semplice armatura imbottita. Gli ufficiali invece hanno una lorica come le guardie personali del Barone.

6. Cavaliere-frate dell’Ordine di San Gervasio. Uno degli ordini armati legati a doppio filo alla Santa Inquisizione, l’Ordine di San Gervasio non concede nulla alla modernità: usbergo di maglia rivettata coperto dalla veste bianca dalle ampie maniche. Il simbolo sacro è un semplice cerchio nero cucito sulla veste, mentre dalla cintura borchiata (che alla bisogna diventa un pratico flagello o un cilicio) pende il turibolo di ottone, simbolo dell’Ordine. Immancabile il temutissimo mantello nero con interno in raso color rosso sangue.

Spero che sia utile ai miei giocatori.

E spero che da qui a domenica mi venga qualche idea, cavolo.

Keep gaming.

Annunci