WordPress molto cortesemente mi ha avvisato che oggi è l’anniversario della nascita di questo blog. Sono ben due anni che posto articoli, pensieri sparsi e riflessioni sui giochi di ruolo. Negli anniversari è usanza fare il punto della situazione, si celebra e al tempo stesso si guarda al futuro.

Bilancio. Bene, direi che il passaggio dal sito statico della Gilda a questo blog è stato complessivamente positivo. La partecipazione del gruppo è aumentata e si sono fatti vivi nuovi amici anche se, non smetterò mai di ripeterlo, i “lurkers”, cioè quelli che leggono senza mai commentare, sono la netta maggioranza. Se è vero che il blog è sostanzialmente un diario è vero anche che il feedback dei frequentatori è utilissimo per selezionare gli argomenti che più sono apprezzati e scartare quelli che non interessano a nessuno. Per esempio, gli articoli più letti sono stati quelli sull’analisi del regolamento di D&D, in particolare quelli sull’allineamento morale e sulle caratteristiche; seguono (incredibilmente) gli articoli sulla gestione linguistica della simulazione e chiudono la zona podio gli articoli marchiati “miti da sfatare”.

Progetti per il futuro. Continuare così, incrementando gli articoli sugli argomenti più graditi. La sezione oplologica/strategica ha bisogno di un rinforzino: e presto scriverò qualcosa sugli argomenti che mi interessano e che penso saranno graditi:

– l’arco lungo, storia e costruzione

– lo spadone rinascimentale

– la maglia di ferro e i suoi usi nei secoli

– il mito del “cavaliere di ferro che non si alza da terra”

– le morti “stupide” sui campi di battaglia medievali, uno sterminio di massa di cui non si parla mai

– l’impatto della magia sulla strategia bellica: conseguenze coerenti di una premessa assurda

Altro obbiettivo è completare la parte sulla gestione linguistica della simulazione, provando poi a creare un sistema di gioco di prova basato su quei concetti. Si tratterà di un esercizio, non della creazione di un nuovo prodotto finito.

Vorrei poi iniziare una nuova serie di articoli che recensiscono giochi di ruolo storici, evidenziando le particolarità dei giochi che più hanno influenzato l’evoluzione di questa forma di divertimento.

Il tutto ha come unico scopo quello di condividere la passione per questo bellissimo hobby. Non lo ripeterò mai abbastanza, mi considero un esploratore e non un maestro: tutti contributi e le critiche (ma non le flame wars) saranno bene accetti. Fino ad ora questo blog è riuscito a fare qualcosa che altri non sono mai riusciti a fare, e cioè parlare serenamente dei più disparati aspetti del gioco di ruolo evitando i toni accesi e le polemiche inutili che caratterizzano altri siti, e mantenendo uno spirito positivo e costruttivo di cui sono particolarmente fiero. Grazie quindi a tutti i membri della Gilda Cacciatori Sedentari di Draghi, gli ospiti e i commentatori, alla prossima.

E nel frattempo, come sempre, keep gaming.

Annunci